lett. 6 min

6 modi per prendersi cura di sé

prendersi cura di sé

Prendersi cura di sé non significa essere egoisti, anzi è essenziale: influisce positivamente sul nostro benessere e sulle nostre relazioni con gli altri. Dedicarsi consapevolmente a sé è un balsamo per l’anima, soprattutto durante l’attuale pandemia. Ti sveliamo come integrare gradualmente nella tua vita diversi rituali per concederti del tempo e concentrarti solo su di te, te lo meriti!

Cosa vuol dire prendersi cura di sé?

Quando è stata l’ultima volta che hai deciso di prenderti una pausa e fare qualcosa di bello solo per te? Devi pensarci su? Allora è arrivato il momento di dedicarti del tempo!

Ci occupiamo sempre volentieri di famiglia, amici o partner, e va benissimo così! Siamo esseri sociali e aiutare gli altri ci rende felici, tuttavia non dobbiamo dimenticare una persona importante nella nostra vita: noi stessi! Non disponiamo di energie, attenzione e tempo infiniti, per questo è importante ascoltarci, capire le nostre necessità e proteggerci da stress eccessivi.

Prendersi cura di sé significa fare ciò che ci fa stare bene a livello fisico e mentale, mettendo il nostro benessere al primo posto. Tuttavia, ciò non vuol dire pensare solo a noi o sfruttare gli altri per raggiungere i nostri obiettivi. Continuiamo infatti a dedicarci alle persone a cui teniamo, ma anche a noi stessi. L’attenzione è focalizzata sul conoscere, rispettare e comunicare chiaramente agli altri i nostri limiti. Tutto ciò presuppone una certa sensibilità verso i nostri sentimenti, così come un buona dose di amor proprio e autostima.

Donna beve un tè seduta in casa
©Eva-Katalin

Perché è importante prendersi cura di sé?

Dedicare del tempo a noi stessi è ora più importante che mai. La pandemia ha cambiato radicalmente la nostra quotidianità, poiché ha improvvisamente messo in dubbio molte cose che abbiamo sempre dato per scontato. In alcune situazioni, tutto ciò può causare insicurezza, stress, ansia e cattivo umore, tutti buoni motivi per prendersi cura di sé nella vita quotidiana. Trascurare il nostro benessere e ignorare le nostre necessità può avere conseguenze negative:

  • ci sentiamo costantemente sfiniti e apatici;
  • siamo nervosi e instabili;
  • consumiamo tutte le nostre energie, senza mai fare una pausa;
  • siamo insoddisfatti.

Il nostro consiglio di lettura: per rendere le tue giornate più attive, segui i suggerimenti del nostro articolo Vincere l’apatia: 13 consigli per ritrovare l’energia.

Prendersi cura di sé significa soprattutto avere un atteggiamento positivo verso noi stessi. Ci confrontiamo con i nostri sentimenti e pensieri, impariamo a conoscerci meglio, capiamo ciò che non ci fa bene e lo lasciamo andare. Il risultato? Ci sentiamo in armonia e in equilibrio con noi stessi.

Dedicarci al nostro benessere tutti i giorni non è semplice come sembra. Per alcune persone è difficile occuparsi consapevolmente di se stesse e concedersi del tempo invece di essere sempre ligie ai propri doveri. Anche per te è così? Ecco alcune possibili cause di questo comportamento:

#1 Non vuoi sembrare egoista

Sei felice di dedicarti agli altri, ma poi ti rimane poco tempo per te? Ricordati che prendersi cura di sé non ha nulla a che vedere con l’egoismo! Se vuoi essere presente per gli altri, devi prima pensare al tuo benessere. Se stai bene, puoi aiutare di più il prossimo. Sarai in grado di affrontare le situazioni difficili in modo differente e con maggiore tranquillità.

#2 Pensi di non meritare di prenderti cura di te

Tutti meritiamo di avere cura di noi stessi, anche tu! È importante che tu conosca i tuoi valori e ti prenda del tempo per te. Eviterai così di trovarti in situazioni che non ti piacciono e potrai aumentare la tua autostima.

#3 Credi che le tue prestazioni siano più importanti del tuo benessere

A lungo andare, dare sempre il massimo può essere molto stressante. Proprio per questo, per il tuo benessere è essenziale avere una vita bilanciata. Ricordati che concederti una pausa non significa cedere alla pigrizia. Il relax è importante tanto quanto raggiungere buoni risultati e fa parte di una quotidianità equilibrata.

Donna sorridente
©Oliver-Rossi

Come fare qualcosa di buono per se stessi?

Prendersi cura di sé è un processo continuo che dovrebbe essere parte integrante della nostra vita. Non si tratta solo di fare un bagno a lume di candela o leggere un buon libro, nonostante questi siano buoni metodi per rilassarsi. Non c’è dubbio che facciano bene, ma dedicarsi al proprio benessere vuol dire molto altro. I nostri consigli ed esercizi possono aiutarti a introdurre nella tua quotidianità dei rituali per dedicarti a te.

#1 Impara ad avere autostima

Pensi di avere bisogno dell’approvazione degli altri? Questa è un’idea sbagliata. Trattati bene e ricorda che il tuo valore come persona non dipende dalle opinioni degli altri. Tu vali molto e meriti di prenderti cura di te. Esercitati prestando particolare attenzione alle parole che scegli quando parli di te. Prova a formulare le frasi positivamente e a esprimere apprezzamento nei tuoi confronti! Per ulteriori consigli leggi il nostro articolo su Selbstachtung – So lernst du, dich selbst wertzuschätzen.

#2 Riconosci le tue necessità 

Di cosa hai bisogno? Quando è stata l’ultima volta che hai pensato a questa domanda? Ascoltati bene. Desideri avere più tempo per te e i tuoi hobby? È da tanto che vuoi imparare a suonare un nuovo strumento? Organizzare una cena romantica? Fare una videochiamata con gli amici? O semplicemente goderti un po’ di tranquillità?

Le necessità e i desideri possono essere infiniti e prendersi cura di sé significa riconoscerli e tenerli in considerazione. Fare journaling può essere un buon esercizio per capire i tuoi bisogni. Questa tecnica ti permette sia di confrontarti con i tuoi pensieri e sentimenti, che di riflettere su ciò che potrebbe mancarti in questo momento.

#3 Stabilisci limiti ben chiari 

Prendersi cura di sé significa anche avere la capacità di stabilire dei confini e dire di no. Se sai quali sono i tuoi limiti e ti assicuri che vengano rispettati, la tua soddisfazione aumenterà e nessuno si approfitterà della tua disponibilità. Chiediti sempre se la situazione va davvero bene per te. Riesci a trovare le energie e il tempo necessari?

Forse qualcuno non prenderà bene il tuo rifiuto, ma la maggior parte delle persone sarà comprensiva. Se i tuoi rapporti si basano sul rispetto, gli altri capiranno che anche tu hai bisogno di tempo per te.

#4 Ascolta il tuo corpo 

Il primo passo per prendersi cura di sé è assecondare i bisogni primari del corpo. Bevi abbastanza acqua? Dormi a sufficienza? Mangi regolarmente anche ciò che ti fa bene? Fai tutti i giorni movimento? Un buon pranzo, un po’ di sport o una passeggiata possono fare miracoli e favorire il rilascio degli ormoni della felicità!

Il nostro consiglio: concediti qualcosa di buono e cerca ispirazione in cucina! I piatti sani possono essere davvero gustosi. Non ci credi? Prova le nostre ricette e cambierai idea!

Scopri le nostre ricette
Una donna cucina sorridente
©mixetto

#5 Frena i pensieri

Se vuoi essere amorevole nei tuoi confronti, non devi farti dilaniare dai tuoi pensieri o buttarti giù. Non appena ti viene in mente qualcosa di negativo, bloccalo. Idealmente dovresti chiederti perché pensi in questo modo e darti una risposta realistica, invece di vedere tutto negativamente.

Attualmente ci confrontiamo tutti i giorni con le notizie dei media sulla pandemia. Se da un lato queste informazioni ci aiutano a non sentirci smarriti, dall’altro ci causano stress e preoccupazioni. Provare sensazioni negative in questa situazione è naturale e comprensibile, tuttavia queste non devono determinare la tua giornata. Se ne hai bisogno, riduci l’utilizzo dei media. Limita consapevolmente i pensieri negativi e cerca di concentrarti sulle cose positive.

Prendi coscienza dell’ambiente circostante e chiediti cosa ti fa provare gratitudine. Può trattarsi di qualsiasi cosa: un bel pranzetto, una buona amica o un buon amico, un libro avvincente, un flow di yoga o un bel film. Tutto ciò che ti trasmette una bella sensazione va bene.

Il nostro consiglio di lettura: che ne dici di provare la meditazione per calmare i pensieri? Scopri passo per passo questa pratica nel nostro articolo Meditazione: come ridurre lo stress e migliorare la concentrazione.

#6 Integra dei rituali nella tua quotidianità

Ogni persona può avere una concezione leggermente diversa di come prendersi cura di sé. Tuttavia, un elemento comune possono essere i rituali per spezzare la quotidianità frenetica o monotona. Questi ti aiutano a ritrovare la pace interiore, ad avvicinarti a un obiettivo ben preciso, a sviluppare nuove abitudini e a strutturare meglio le tue giornate. Stabilire orari di lavoro fissi in smart working, organizzare i pasti, fare regolarmente delle pause oppure pianificare l’allenamento a casa ti può aiutare ad avere delle certezze durante la pandemia e a darti la sensazione di aver portato a termine delle attività.

Un rituale diventa tale se lo ripeti regolarmente, per questo deve corrispondere ai tuoi interessi e arricchire le tue giornate. Affinché sia utile, non devi vederlo come una perdita di tempo o una zavorra ma come una fonte di gioia.

In breve

  • Prendersi cura di sé significa fare cose che influiscono positivamente sul nostro benessere mentale e fisico.
  • Se ti dedichi del tempo non sei egoista, anzi puoi migliorare la qualità della tua vita e i rapporti con gli altri.
  • Avere cura di sé vuol dire riconoscere il proprio valore, stabilire limiti ben precisi, soddisfare i bisogni primari, seguire le proprie passioni e concentrarsi sul lato positivo delle cose.
  • Per prenderti cura di te tutti i giorni, devi scoprire ciò di cui hai davvero bisogno e farlo diventare un rituale fisso.
Fonti dell'articolo
Il team editoriale di foodspring è composto da specialisti della nutrizione e dello sport. Ci affidiamo a studi scientifici per redigere ogni nostro articolo. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra politica editoriale.

Articoli correlati

shares