lett. 6 min

15 consigli per continuare a seguire una dieta vegana dopo il Veganuary

Fitness Editor
Julia è istruttrice di fitness qualificata. Si occupa di scrivere i nostri articoli sulla nutrizione e sul fitness e di creare i nostri piani di allenamento gratuiti.

Veganuary è la campagna “gennaio vegano” (vegan January) e non è un appello al vaganismo, bensì semplicemente un invito, sulla scia dei buoni propositi per il nuovo anno, ad adottare una dieta priva di carne, a provare i prodotti vegani e a prestare maggiore attenzione alle proprie abitudini alimentari. Il primo Veganuary ha avuto luogo nel 2014.

Per partecipare a questa iniziativa basta consumare solo cibi vegetali per tutto il mese di gennaio. Sia che tu voglia provare per conto tuo o in compagnia, puoi trovare spunti e consigli utili nelle newsletter e nei blog di molte organizzazioni vegane e degli ideatori del Veganuary.

Questo movimento è molto più ampio di quanto si possa pensare: nel 2021 più di mezzo milione di persone provenienti da più di 200 Paesi hanno condiviso la loro esperienza con un’alimentazione completamente vegana su social come Instagram, Facebook e TikTok con l’hashtag #veganuary.

Molte catene di supermercati, discount e aziende in diversi Stati supportano i propri clienti con idee e offerte. Se anche tu vuoi provare a seguire una dieta vegana, puoi contare sul nostro aiuto! Nello shop di foodspring trovi una panoramica di tutti i nostri prodotti vegani.

Veganuary: perché aderire?

Per la tua salute, per gli animali e per il clima. Sono molti i motivi per rinunciare al consumo di carne, sia per te che per gli altri.

I cibi vegetali…

  • hanno bisogno di meno risorse per essere prodotti e, per questo motivo, comportano meno emissioni di CO₂;
  • permettono di risparmiare acqua;
  • necessitano di meno pesticidi, ampiamente utilizzati invece per il mangime degli animali da allevamento;
  • contribuiscono alla riduzione del disboscamento delle foreste tropicali dovuto alla produzione di foraggio;
  • evitano che gli animali soffrano;
  • contengono meno acidi grassi saturi e acidi grassi trans.
  • sono ricchi di vitamine e minerali.

Nel nostro articolo sulla dieta vegana trovi tutte le informazioni nutrizionali più importanti su questo tipo di alimentazione.

Inizia l’anno con il buon proposito di evitare per un mese intero ogni tipo di prodotto di origine animale. In questo modo, puoi scoprire come ti senti se segui un’alimentazione a base vegetale ed è l’occasione giusta per provare moltissime ricette vegane.

Prendi il Veganuary sia come una sfida per non ricadere nelle vecchie abitudini, ad esempio mangiare la cioccolata in caso di stress, che come una possibilità per scoprire un nuovo mondo di sapori, ricette e benessere fisico. Questa campagna ti invita a ridurre il consumo di carne con leggerezza e senza costrizioni.

15 consigli per nutrirti in modo vegano anche dopo il Veganuary

Una sfida di un mese è sempre fattibile, ma adottare a lungo termine una dieta vegana oppure un regime semi-vegetariano che prevede un consumo ridotto di prodotti di origine animale è un cambiamento di vita importante.

Si tratta di abitudini alimentari che a volte possono essere molto difficili da modificare, ma non ti preoccupare, grazie ai nostri 15 consigli riuscirai a seguire una dieta vegana anche dopo il Veganuary.

#1 Prendi il Veganuary nel modo giusto

Portare avanti una sfida nuova può essere impegnativo. Se la motivazione diminuisce, stringi i denti: una pasta al ragù senza carne e parmigiano è comunque buona. Con il tempo, seguire questo tipo di alimentazione può diventare difficile e poco salutare, tuttavia una dieta completamente vegana non prevede di portare in tavola piatti popolari con meno ingredienti, bensì di mangiare in modo differente.

Prenditi il tempo per scoprire ricette nuove, prodotti vegani e alimenti alternativi. Concentrati su tutto ciò che puoi mangiare, invece che sui cibi che non fanno più parte della tua dieta.

Nel nostro ricettario gratuito trovi idee per preparare piatti salutari e vegani.

Green Goddess Bowl

#2 Mangia i tuoi piatti preferiti, ma in versione vegana

Cosa preferisci mangiare in assoluto? E qual è il piatto della tua infanzia che vorresti gustare di nuovo? Ci sono ottime varianti vegane per quasi tutto. Puoi utilizzare sia prodotti pronti, che ingredienti freschi per preparare salse, alternative alla carne e dessert. Ad esempio, che ne pensi dei nostri Muffin proteici vegani? Provali!

#3 Mangiare vegano tutti i giorni? Nessun problema!

Per seguire quotidianamente un’alimentazione vegana, osserva bene le tue abitudini: quando mangi cosa? Cosa consumi già di vegano e per quali cibi hai bisogno di una variante vegetale? Sfrutta il Veganuary per scoprire e provare queste alternative.

#4 Mangiare vegano quando non sei a casa? Facile!

Normalmente gli snack classici non sono vegani e spesso non sono neanche salutari. Il meal prep vegetale ti permette di risparmiare tempo e di avere sempre con te lo spuntino giusto. Se non riesci a cucinare, la soluzione è fare scorta di snack vegani e sani.

Sfrutta il Veganuary per imparare

Non si tratta solo di scoprire nuovi cibi e ricette, ma anche di approfondire le conoscenze sulle sostanze nutritive. Il primo passo è calcolare il fabbisogno di nutrienti per scegliere in modo mirato gli alimenti vegani migliori per te.

#6 Metti in discussione le tue abitudini già a gennaio

Quali snack non vegani consumi? In quali ristoranti mangi sempre lasagne e fettuccine? Già all’inizio dell’anno puoi pensare a locali o piatti alternativi. È più semplice prendere una decisione in anticipo che all’ultimo momento. E non farti problemi a chiedere: su richiesta, la maggior parte dei ristoranti offre ai clienti menu vegani.

#7 Fai scorta di provviste

Assicurati di avere sempre a portata di mano i tuoi cibi vegani preferiti. In caso di fame nervosa li puoi mangiare invece di fissare il frigorifero vuoto e ordinare una pizza. Se possibile bandisci gli snack non vegani da casa.

#8 Parla a famiglia e amici della tua nuova alimentazione

Preferibilmente prima di andarli a trovare. Se la tua decisione gli sembra eccessiva o la notizia non li entusiasma, mostra comprensione. Proponiti di aiutarli a trovare una ricetta e a prepararla oppure contribuisci al menu.

Cerca di capire i loro dubbi e spiega perché hai deciso di adottare questo nuovo stile di vita senza che il tuo entusiasmo ti porti ad essere troppo petulante o saccente. Crei così i presupposti per una migliore comprensione e comunicazione.

#9 Trova compagni di avventura

In coppia oppure in gruppo non è solo più semplice, ma anche più divertente. Vi scambiate opinioni, cucinate insieme, andate a fiere vegane e così via. Oltre ad essere fonte di ispirazione, la campagna #veganuary offre la possibilità di instaurare nuovi rapporti.

©visualspace

Esistono reti di persone e gruppi organizzati sia online che a livello regionale. Inoltre, in molte città e paesini hanno luogo regolarmente incontri tra vegani. Queste sono occasioni perfette per conoscere altra gente e imparare gli uni dagli altri.

#10 Fai appello alla tua coscienza

Se ti chiedi qual è il senso di tutto ciò, pensa sempre alle conseguenze di ogni tua decisione e fai appello alla tua coscienza.

Meno cereali vengono prodotti per il foraggio, più terreni agricoli rimangono a disposizione delle popolazioni che soffrono spesso la fame mentre davanti alle loro case viene coltivato il cibo destinato agli animali allevati in Occidente. Anche il clima ne trae beneficio e il pianeta ha più chance di rimanere vivibile più a lungo, per te e per le generazioni future. Tutto ciò è possibile se mangi meno o elimini completamente dalla tua alimentazione i prodotti di origine animale.

#11 Iscriviti a newsletter vegane

Le newsletter hanno due vantaggi: ti ricordano che non sei l’unica persona che segue questo tipo di dieta e offrono spunti e consigli sulla cucina vegana. Inoltre, se trovi newsletter di gruppi locali o liste di ristoranti vegani, rimani al corrente anche di nuove aperture ed eventi nella tua regione. Magari nella tua zona vengono organizzati perfino incontri post Veganuary.

Anche la sfida “7 giorni di dieta vegana” di foodspring è una fonte di ispirazione perfetta per il periodo successivo al Veganuary.

#12 Scopri i ristoranti vegani

Dal 2013, il numero di locali vegani è in costante aumento. Inoltre, anche la maggior parte degli altri ristoranti offre piatti o menù vegani su richiesta. Ordinando varianti vegetali nei tuoi ristoranti preferiti, segnali la crescita di questa tendenza alimentare e sostieni una cucina sostenibile e attenta all’ambiente.

#13 Pensa solo al presente

Il cervello si sente velocemente sopraffatto all’idea di dover fare qualcosa per sempre o anche solo per 10 anni. Quindi inizia decidendo di seguire una dieta vegana per un mese, poi magari continui per un altro mese, un’altra settimana o un altro pasto. Trova il ritmo che va bene per te. In questo modo, prendi di volta in volta una decisione in tutta libertà invece di costringerti a fare qualcosa.

#14 Tieni a mente la tua motivazione

Se la tua motivazione viene a mancare, ricordati perché hai iniziato il Veganuary e perché volevi continuare a seguire una dieta vegana anche dopo il mese di gennaio. Il tuo piccolo momento di cedimento oppure la cheesecake sono davvero un buon motivo per buttare all’aria i tuoi piani?

#15 L’imperfezione è la nuova perfezione

Ogni volta che decidi di non consumare un prodotto di origine animale influisci in modo positivo sul clima, sul benessere degli animali e sulle risorse ambientali. Secondo una stima dell’Onu, solo gli allevamenti producono il 14,5% di tutte le emissioni mondiali di gas nocivi per l’ambiente. Quindi se tutto il mondo diventasse vegano, le emissioni legate al sistema alimentare sarebbero ridotte del 70% entro il 2050. Il risultato sarebbero mucche più felici e un risparmio di tonnellate di foraggio, acqua, trasporti e anche di pesticidi. La scelta che fai è importante, sempre. Ricordatelo ogni volta che hai la tentazione di mangiare il cioccolato al latte, le uova o un hamburger.

Dieta vegana dopo il Veganuary: in breve

Per continuare a seguire un’alimentazione vegana anche dopo il Veganuary aiuta…

  • avere la volontà di cambiare le tue abitudini;
  • vedere la cucina vegana come un beneficio, non una perdita;
  • tenere a mente gli ottimi motivi e il grande impatto positivo dell’alimentazione vegana sul clima, sull’allevamento degli animali, sulle carestie e sulla salute;
  • capire come seguire una dieta vegana sana che soddisfi le tue esigenze;
  • conoscere altre persone che stanno facendo il tuo percorso, scambiarvi opinioni e cercare fonti di ispirazione.

Altri articoli di foodspring sull’alimentazione vegana:

Fonti dell'articolo
Il team editoriale di foodspring è composto da specialisti della nutrizione e dello sport. Ci affidiamo a studi scientifici per redigere ogni nostro articolo. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra politica editoriale.

Articoli correlati