lett. 3 min

Il brahmi: tutte le caratteristiche di questa pianta ayurvedica

brahmi
Giornalista freelance
Carina è una giornalista freelance e scrive i nostri articoli di nutrizione e lifestyle

Un “rimedio miracoloso” che stimola il cervello, fa sparire lo stress e ha anche un effetto calmante. Stiamo parlando del brahmi: la pianta, già molto nota nella medicina ayurvedica, si sta lentamente facendo un nome anche da noi e vanta diversi effetti benefici.

Che cos’è il brahmi?

Abbiamo sentito parlare di molti superalimenti negli ultimi anni, dalla curcuma e l’acai ai semi di chia e di lino, passando per le bacche di goji e il matcha. Ma ammettiamolo: non ne abbiamo mai abbastanza delle promettenti meraviglie della natura e da bravi buongustai accogliamo a braccia aperte un nuovo alimento di tendenza. Oggi parliamo del brahmi, che non è esattamente un superfood, ma possiamo definirlo una “superpianta”.

Se non sei esperto/a di Ayurveda probabilmente questo termine non ti dirà molto. Il brahmi, nome biologico Bacopa monnieri, anche chiamato “issopo d’acqua”, è una pianta erbacea perenne della famiglia delle Plantaginaceae. Proviene originariamente dall’Asia meridionale e viene utilizzata nella medicina ayurvedica da migliaia di anni. Il suo stelo può essere sia rampicante che eretto e tra le foglie carnose sporgono qua e là dei fiori bianchi.

Questo per quanto riguarda l’aspetto esteriore, ma ciò che rende il brahmi così speciale sono le sue proprietà interiori, motivo a cui deve la sua fama di pianta medicinale. Si dice che aiuti a contrastare una grande varietà di disturbi e oggi il suo potere vegetale concentrato si trova sempre più spesso anche negli integratori alimentari, disponibile sotto forma di polvere o capsule.

Effetti e utilizzo del brahmi

Brahmi al posto della frutta secca? Chissà se un giorno sarà in grado di competere davvero con noci, mandorle e anacardi, che ci piace spiluccare mentre studiamo o lavoriamo. Si dice che questa pianta abbia un effetto rinforzante sul cervello e sarebbe in grado di migliorare le prestazioni mnemoniche: un vero e proprio booster mentale. Ecco perché il brahmi è molto apprezzato dagli studenti durante le sessioni di esami e dalle persone anziane.

Il nostro consiglio: gli omega 3 aiutano a preservare la vista e supportano il corretto funzionamento del cervello. Le nostre Capsule Vegane di Omega 3 sono i compagni ideali nella vita di tutti i giorni. Per la tua dose quotidiana di importanti acidi grassi EPA e DHA!

A proposito di memoria: gli scienziati ritengono anche che i numerosi antiossidanti contenuti nella Bacopa monneri potrebbero avere un effetto preventivo della demenza. Inoltre, i suoi effetti sono già stati testati in relazione all’ADHD: uno studio su 31 bambini ha dimostrato che i sintomi del disturbo da deficit di attenzione e iperattività, così come l’irrequietezza e le difficoltà di concentrazione, sono migliorati dopo aver consumato brahmi quotidianamente per sei mesi.

Il fatto che questa piccola foglia grassa sia così popolare in vari campi medici è dovuto ai principi attivi che contiene. Questi includono alcaloidi, saponine e flavonoidi, cioè fitocomposti che si dice abbiano molti effetti salutari sul corpo umano. Gli ingredienti sembrano avere proprietà antidolorifiche, antispasmodiche, antireumatiche, ormonali, depurative e diuretiche. Tuttavia, finora non ci sono studi rappresentativi che provino gli effetti del brahmi e occorre fare ulteriori ricerche.

Per quanto riguarda l’utilizzo: come integratore alimentare sotto forma di capsule, il brahmi può essere assunto quotidianamente con un po’ d’acqua, mentre la polvere finemente macinata è perfetta come ingrediente per gli smoothie verdi. Prova a mescolarne un cucchiaino con spinaci, avocado, mango e acqua. Buonissimo!

Il Brahmi è sconosciuto nella cucina italiana, ma se riesci a trovare delle foglie fresche puoi combinarle con parsimonia con valerianella e pomodori per preparare una deliziosa insalata. Oppure puoi usarle per fare un tè: basta versare l’acqua calda sulle foglie e lasciarle in infusione per circa 15 minuti. Non sorprenderti del sapore amarognolo dell’infuso, richiede un po’ di tempo per abituarsi e probabilmente non è adatto a tutti, ma questa pianta contiene effetivamente molte sostanze amare.

Il brahmi contro ansia e stress

Le persone che soffrono particolarmente di stress possono beneficiare degli effetti del brahmi, che viene molto spesso impiegato come rilassante. Uno studio statunitense condotto su soggetti che hanno consumato l’estratto di brahmi nel corso di diverse settimane ha dato risultati incoraggianti.

Il brahmi per la cura dei capelli

Non è facile trovare il prodotto perfetto per prendersi cura dei nostri capelli, perché l’offerta al giorno d’oggi è immensa. Forse non tutti sanno che il brahmi, un vero tuttofare tra le superpiante, è anche usato nei cosmetici.

Abbiamo già parlato delle sue proprietà antiossidanti e si suppone che di esse beneficino anche i nostri capelli. In ogni caso, alcuni prodotti a base di brahmi si possono già trovare online e se usati regolarmente promettono, tra le altre cose, di evitare che si formino le doppie punte, di nutrire le radici dei capelli e persino di prevenirne la caduta prematura. Il risultato: capelli presumibilmente sani e lucenti. Per sapere se il brahmi mantiene davvero ciò che promette non resta che provare.

Quali sono i possibili effetti collaterali?

Dopo aver elencato tutte le proprietà positive, è il momento di guardare anche l’altro lato della medaglia. Prima di iniziare ad assumere il brahmi come integratore chiedi un parere medico poiché, se preso in concomitanza con altri medicinali, potrebbero insorgere degli effetti indesiderati.

Possibili effetti collaterali sono nausea, mal di testa o diarrea. Inoltre è importante non eccedere nel consumo e non superare la dose massima giornaliera consigliata perché gli alcaloidi contenuti potrebbero risultare dannosi. A donne incinte e bambini è sconsigliato del tutto l’utilizzo.

Il brahmi: in breve

  • Il brahmi, chiamato anche issopo d’acqua, è una pianta medicinale molto popolare nell’Ayurveda.
  • Può essere lavorato fresco, ma è anche disponibile come polvere e sotto forma di capsule.
  • Mangiato in insalata o bevuto come tè ha un sapore molto amaro.
  • Tra le altre cose, il brahmi sembra aumentare la memoria e avere un effetto calmante.
Fonti dell'articolo
Il team editoriale di foodspring è composto da specialisti della nutrizione e dello sport. Ci affidiamo a studi scientifici per redigere ogni nostro articolo. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra politica editoriale.
  • Jänicke, C.; Grünwald, J. (2006): Alternativ heilen. Gräfe und Unzer Verlag GmbH.

  • Stough, C; Clarke, J.; Downey, L.A.; Hutchison, C. W.; Rodgers, T.; Nathan, P. J. (2001): The chronic effects of an extract of Bacopa monniera (Brahmi) on cognitive function in healthy human subjects, in: Psychopharmacology, 156 (4).

  • Saini, N.; Singh, D.; Sandhir, R. (2012): Neuroprotective effects of Bacopa monnieri in experimental model of dementia, in: Neurochem Res., 37 (9).

  • Dave, U. D.; Dingankar, S. R.; Saxena, V. S.; Joseph, A. J.; Bethapudi, B.; Agarwal, A.; Kudiganti, V. (2014), in: Advances in mind-body medicine, 28 (2).

  • Calabrese, C.; Gregory, L. W.; Leo, M.; Kraemer, D.; Bone, K.; Oken, B. (2008), 14 (6).

Articoli correlati