agrumi

Agrumi: tutto quello che c’è da sapere su queste “miniere” di vitamina C

Giornalista freelance
Carina è una giornalista freelance e scrive i nostri articoli di nutrizione e lifestyle

Autentici concentrati di vitamina C che deliziano il palato: agli agrumi non manca proprio nulla, né in fatto di nutrienti, né di gusto. Ma le proprietà di questi classici del mondo della frutta non finiscono certo qui. Scopriamole insieme!

Che cosa sono gli agrumi?

Questi frutti ci regalano piccole, grandi gioie durante tutto il corso dell’anno: se d’estate vengono apprezzati per l’effetto rinfrescante del tutto naturale, in inverno sono importanti alleati delle difese immunitarie. E il raffreddore non ha più scampo!

Ma prima di scoprire da vicino le loro proprietà, iniziamo con una “pillola” di botanica. Sembrerebbe quasi impensabile, eppure gli agrumi sono classificati come esperidi, che altro non sono che un tipo di bacche. Ebbene sì! A caratterizzare questi frutti, appartenenti alla famiglia delle Rutacee, è una polpa carnosa e una buccia robusta; immancabile poi la membrana sottile che avvolge i diversi spicchi.

Arancio, verde o giallo sono le tinte principali di questi prodotti di Madre Natura dai toni allegri e accesi. Pur appartenendo alla medesima famiglia botanica, in quanto a colore, forma e dimensioni i vari agrumi sono ben diversi tra loro. Tuttavia arance, pompelmi, limoni & co. hanno in comune un elemento fondamentale: sono uno più salutare dell’altro! A breve scopriremo il perché. 

Un’insalata è sempre un’ottima idea per qualsiasi pasto. Allora ti proponiamo subito una nuova ricetta da provare. Ecco un piatto sano e fresco dai toni speziati e fruttati: un’autentica esplosione di gusto tutta da assaporare!

insalata di arance, noci e lattuga
©foodspring
Vai alla ricetta

Quali nutrienti contengono gli agrumi?

Ovviamente i vari agrumi forniscono anche sostanze nutritive diverse tra loro; in generale però possiamo dire che sono tutti in grado di dare man forte al nostro organismo. Mandarini, limette & friends contengono infatti sostanze vegetali secondarie importanti per la nostra salute, che ci proteggono, ad esempio, dai radicali liberi, rallentano il processo di invecchiamento e riducono il rischio di cancro. 

E c’è un motivo preciso se la membrana bianca di clementine e arance andrebbe mangiata fino all’ultimo morso e non evitata: è proprio qui infatti che si trovano i flavonoidi, ai quali vengono attribuite proprietà antinfiammatorie e antiossidanti.

In linea di massima gli agrumi presentano poche calorie e sono quasi privi di grassi, mentre i carboidrati che contengono, come fruttosio e destrosio, forniscono la dose necessaria di energia. 

Inoltre è interessante sapere che il loro tipico sapore è dato dalla combinazione tra gli aromi e gli acidi della frutta, di cui sono ricchi, con il naturale contenuto di zucchero. Pur variando a seconda del tipo, il gusto degli agrumi è infatti inconfondibile in tutti i frutti della famiglia.

Arance, pompelmo ecc. forniscono anche minerali come calcio e potassio nonché fibre. Seppure il contenuto di quest’ultimo è piuttosto basso rispetto ad altri frutti, ne basterà una piccola porzione e la digestione ne trarrà subito giovamento. 

Ma il meglio deve ancora venire, lo sappiamo tutti. La fama degli agrumi è dovuta infatti a un nutriente ben preciso: sua maestà la vitamina C. Non a caso gli agrumi ne sono considerati una vera miniera. La Società tedesca di nutrizione consiglia agli adulti di consumarne una quantità giornaliera tra i 95 e i 100 milligrammi – l’equivalente di due arance, sufficienti a coprire l’intero fabbisogno di una giornata! 

Agrumi e vitamina C: le proprietà

L’inverno, si sa, è la stagione dei malanni. Ma non per forza! C’è infatti un prezioso alleato naturale in grado di difenderti da starnuti, tosse e raffreddore: è la vitamina C, un elemento essenziale per un sistema immunitario forte e resistente

Per non rischiare di esporsi ancor più ai malanni a causa di un apporto insufficiente, la vitamina C non dovrebbe mai mancare nel nostro organismo, soprattutto durante i mesi più freddi. E farne una bella scorta è facilissimo: basta ricorrere agli agrumi! 

La vitamina C contribuisce sì a ridurre i sintomi del raffreddore, ma in generale ha piuttosto un’azione preventiva: ecco perché è bene giocare d’anticipo e non aspettare di essere raffreddato/a per bere un bicchiere di succo di limone caldo! Per preparare questo rimedio casalingo basta versare il succo di un limone spremuto nell’acqua calda, aggiungendo un po’ di miele. 

tè con limone, miele e menta
©foodspring

Il consiglio della redazione: con la nostra termobottiglia avrai sempre il tuo tè o la tua bevanda a portata di mano, anche fuori casa. Inoltre è dotata di chiusura ermetica ed è più resistente delle bottiglie in vetro normale. 

Oltre ad essere un’alleata del nostro sistema immunitario, la vitamina C svolge anche altre funzioni e ha un ruolo importante in vari processi metabolici. È infatti coinvolta in prima linea quando si tratta di formare tessuti connettivi, denti e ossa; infine, è in grado di “catturare” sostanze dannose, proteggendo così sia le cellule sia le molecole del corpo.

Agrumi: ecco i nostri preferiti

La lista degli agrumi è davvero lunga, così lunga che citarli tutti qui senza approfondirne le caratteristiche non renderebbe loro giustizia. Per questo vi presentiamo la nostra classifica personale!

Arancia

Un classico tra gli agrumi che resiste a ogni tendenza. Il motivo? Il sapore unico nel suo genere, i preziosi nutrienti che contiene e la sua versatilità in cucina. Che venga gustata al naturale o usata per preparare ricette dolci o salate, in ogni caso l’arancia non passa mai di moda! 

Limone

Forse non il miglior agrume da consumare puro, eppure è uno dei nostri preferiti: ha infatti tutto quel che serve per conferire a piatti e bevande una nota unica grazie al suo gusto acidulo. Per non parlare della sua scorza, dall’aroma davvero intenso: l’ideale per arricchire i piatti nelle ricette di tutto il mondo e condire tantissime pietanze. 

Mandarino

Non c’è inverno senza mandarini nel nostro programma alimentare. Con una storia lunga oltre 3000 anni, questi agrumi sono un must nei mesi più freddi dell’anno. Spesso vengono confusi con le clementine, che sono però frutti ibridi tra il mandarino e l’arancio amaro.

Pompelmo

Il pompelmo ne ha fatta di strada… infatti è originario delle Isole Barbados. Con il suo retrogusto acido, oggi è particolarmente apprezzato in cucina da chi è attento/a alla linea. I suoi principi attivi stimolano inoltre la digestione e prolungano la sensazione di sazietà. 

Pomelo

Spesso confuso con il pompelmo, questo frutto presenta caratteristiche differenti dal “cugino” di cui abbiamo appena parlato. Oltre ad avere una forma diversa, è più pesante e di dimensioni superiori – anche rispetto agli agrumi in generale. Inoltre presenta un sapore dolciastro e amaro al tempo stesso. 

Attenzione: le sostanze amare contenute in pompelmo e pomelo potrebbero alterare l’effetto di alcuni farmaci. È quindi meglio consultare il parere di un medico o di un esperto. 

Kumquat o mandarino cinese

Lo sapevi che il kumquat è il più piccolo tra tutti gli agrumi? Nonostante le dimensioni ridotte è però un autentico concentrato di energia, nonché uno dei pochi agrumi da consumare per intero, semi e buccia inclusi. Prima però ricordati di lavarlo per bene!

Gustose ricette a base di agrumi

In inverno una bella zuppa calda è quel che ci vuole per scaldarsi. E con il gusto degli agrumi è tutta un’altra musica! Ecco la ricetta:

Zuppa di patate dolci con pompelmo

(per 2 persone)

Ingredienti: 1 pompelmo, 250 g di patate dolci, ½ cipolla, ½ spicchio d’aglio, ¼ di peperone, 1 cucchiaio di olio di cocco, 300 g di brodo di verdure, 1 cucchiaino di bacche di Goji, sale, pepe e coriandolo fresco

  • Per cominciare tagliare la cipolla a dadini e tritare l’aglio
  • Ora tocca alle patate dolci: dopo averle pelate, tagliare anche queste a dadini
  • In una pentola scaldare un po’ di olio di cocco e farvi rosolare la cipolla fino a doratura
  • Poco prima che termini la sua cottura unire anche l’aglio e le patate dolci e continuare a cuocere
  • Tagliare finemente il peperone e aggiungerlo in pentola
  • Sfumare il tutto con il brodo di verdure
  • Spremere il pompelmo e versarne il succo
  • Condire con un pizzico di sale e pepe e lasciar sobbollire per circa 20 minuti
  • Ridurre il tutto in una purea e guarnire con le bacche di Goji e un po’ di coriandolo

Quando fuori imperversano freddo e pioggia non c’è niente di meglio che stare in casa al calduccio. E perché non ai fornelli? Potresti provare a preparare una deliziosa crema spalmabile low-carb, perfetta da gustare con il Pane proteico. 

pane proteico foodspring
©foodspring
Scopri il pane proteico vegano

Marmellata di kumquat senza zucchero

Ingredienti: 200 g di kumquat, 50 ml di succo d’arancia appena spremuto, 80 g zucchero gelificante a base di xilitolo, 1 punta di concentrato di vaniglia, aroma al rum

  • Tagliare il kumquat a pezzettoni e rimuovere i semi
  • Mescolare con lo zucchero e lasciar riposare in frigo per una notte
  • Il giorno dopo unire il succo d’arancia appena spremuto, il concentrato di vaniglia e 3 gocce di aroma al rum. A seconda dei gusti aggiungere anche un po’ di rosmarino o di cardamomo
  • Versare il tutto in un pentolino e far sobbollire per 5 minuti mescolando più volte
  • Disporre in un barattolo di vetro sterilizzato e chiudere con il coperchio. Far raffreddare e, una volta aperto, gustare entro una settimana. Che bontà!

Agrumi: in breve

  • Dal punto di vista botanico gli agrumi sono delle bacche.
  • Arance, limoni, pompelmi e kumquat contengono tutti, chi più chi meno, sostanze vegetali secondarie importanti per la salute, ma soprattutto sono ricchi di vitamina C.
  • La vitamina C contenuta negli agrumi è un importante alleato del sistema immunitario e aiuta a prevenire il raffreddore.
  • I vari tipi di agrumi sono caratterizzati da differenti sapori: anche se in modo diverso ognuno di loro è in grado di dare quel tocco unico a cibi e bevande.
Fonti dell'articolo
Il team editoriale di foodspring è composto da specialisti della nutrizione e dello sport. Ci affidiamo a studi scientifici per redigere ogni nostro articolo. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra politica editoriale.

Commenti

Articoli correlati

shares