lett. 4 min

Ritenzione idrica: ecco come eliminare i liquidi in eccesso

Ritenzione idrica
Fitness editor
Dominic è giornalista sportivo e personal trainer e scrive i nostri articoli sul fitness. Inoltre crea i nostri piani di allenamento gratuiti.

Il tuo corpo tende a trattenere i liquidi? Ti mostriamo come stimolarne l’eliminazione nel modo corretto e come perdere così chili superflui in modo veloce.

Ritenzione idrica: identificare le cause

L’aumento della ritenzione idrica nel nostro corpo può essere dovuta a cause diverse. Ad esempio, le donne in gravidanza, in menopausa e gli anziani tendono a soffrirne di più. In giovane età lo squilibrio ormonale durante il ciclo mestruale può favorire l’accumulo di liquidi nei tessuti.

Anche malattie quali l’insufficienza cardiaca o renale possono far sì che l’acqua non venga trasportata correttamente all’interno dell’organismo. Se a ciò si aggiunge una dieta sbagliata e poco esercizio fisico, la ritenzione idrica ha gioco facile.

Come risultato l’acqua viene immagazzinata in determinate zone corporee: solitamente ne sono colpiti i glutei, le cosce, l’addome, le braccia e le caviglie.

Consiglio della redazione: paradossalmente per sbarazzarti dei liquidi in eccesso devi bere molto, soprattutto acqua o tè. Vuoi cambiare un po’? Prova il nostro tè freddo frizzante alla pesca e lamponi! Rinfrescante e al tempo stesso ricco di proteine.

donna beve acqua dopo sport
©johnkellerman

Perché è così importante fornire al corpo acqua a sufficienza?

Il corpo di un essere umano adulto è costituito in media per il 70% di acqua che viene usata come mezzo di trasporto per diverse sostanze. Tra le altre cose l’acqua consente al nostro sangue di scorrere, permette l’eliminazione delle sostanze nocive e il corretto funzionamento del nostro cervello. Ogni giorno noi ne eliminiamo una parte attraverso la pelle e la respirazione.

Ti sarà sicuramente già successo di bere troppo poco. In quelle occasioni avrai notato che è più difficile avere buone performance sportive, mantenere la concentrazione in ufficio e che si è più soggetti al mal di testa. Questi sono tutti segni di disidratazione. Per scoprire quanta acqua dovresti bere affinché questo non accada, leggi il nostro articolo.

Eliminare i liquidi in eccesso attraverso l’alimentazione

Esistono diversi modi per drenare il corpo. Spesso è sufficiente inserire per qualche giorno determinati alimenti nell’alimentazione quotidiana.

Importante: può sembrare contraddittorio, ma se vuoi eliminare i liquidi in eccesso devi bere a sufficienza.

Il motivo è che, come abbiamo già detto, il nostro corpo funziona correttamente solo se ha a disposizione grandi quantità di acqua. Se bevi troppo poco il tuo organismo cercherà di immagazzinare l’acqua per le emergenze. Se, al contrario, gli fornisci abbastanza liquidi, quelli in eccesso verranno eliminati più velocemente.

Consigliamo quindi di mangiare cibi naturali con un alto contenuto di acqua e potassio.

Alimenti drenanti

Cetrioli, meloni, ananas, fragole e asparagi sono particolarmente indicati per ridurre i liquidi in eccesso. Anche carciofi, cipolle, aglio, carote, avocado, patate e persino il riso possono aiutare. Alla lista aggiungiamo la frutta a guscio come nocciole, anacardi, arachidi e mandorle, e la frutta essiccata che contiene anche potassio in abbondanza, soprattutto albicocche e banane. Passi molto tempo fuori casa? Il nostro Mix di noci e bacche fa al caso tuo!

Attenzione: il potassio deve essere consumato in quantità ridotte e sotto forma di alimenti.

Chiaramente esistono poi alimenti che andrebbero assolutamente evitati tra cui l’alcol, la caffeina e il sale. Questo perché il nostro sale da tavola convenzionale è costituito in gran parte da sodio il quale trattiene i liquidi.

Eliminare i liquidi in eccesso con tè e tisane

Se vuoi aiutare il tuo corpo nell’azione di drenaggio devi scegliere le bevande giuste. Molti tè e tisane possono avere un effetto drenante che aiuta a ridurre l’accumulo di fluidi, ad esempio quelli a base di ortica, prezzemolo, foglie di betulla, equiseto, dente di leone, zenzero e tè verde.

Altri metodi per combattere la ritenzione idrica

Oltre a seguire una dieta equilibrata, esistono altri modi per liberarsi dei liquidi in eccesso.

1. Linfodrenaggio

Se la ritenzione idrica è così forte da provocarti dolori, il linfodrenaggio può essere utile. In questo tipo di massaggio, a differenza di quello classico, il tessuto viene trattato molto delicatamente con una tecnica speciale che stimola i tratti linfatici responsabili della rimozione dei liquidi, facilitandone il deflusso. Prima di sottoporti a questo tipo di trattamento chiedi consiglio a uno/a specialista.

2. Riflessologia plantare

La riflessologia plantare è una pratica che, massaggiando la pianta dei piedi, punta ad attivare il sistema linfatico e il corretto funzionamento di fegato e reni, stimolando così il drenaggio dei liquidi.

3. Allenamento di resistenza

Le posture unilaterali, come stare seduti per lunghi periodi e stare in piedi senza fare molto movimento, possono causare ritenzione idrica, al contrario un leggero allenamento di resistenza è molto adatto per drenare il corpo. In particolare, andare in bici è indicato in quanto attiva la circolazione di tutto il corpo e ha il vantaggio di essere uno sport che non carica troppo le articolazioni. Inoltre, fa sì che da un lato l’acqua venga eliminata tramite il sudore e dall’altro lato trasportata meglio all’interno del corpo.

4. Foam roller

Se hai un foam roller a casa puoi utilizzarlo per incentivare l’eliminazione dell’acqua dal corpo. Stimolando i muscoli, infatti, stimoli contemporaneamente il sistema linfatico. Il foam roller, come il linfodrenaggio, attiva i meccanismi di drenaggio propri del corpo.

Eliminare i liquidi in eccesso in vista delle competizioni

Anche i culturisti e gli atleti di arti marziali, pur non soffrendo di ritenzione idrica cronica, cercano di perdere qualche centinaio di grammi, a volte anche qualche chilo, in brevissimo tempo utilizzando tecniche diverse. Questo perché le competizioni sono suddivise in classi di peso.

Mentre il grasso si riduce lentamente, è possibile perdere 1 kg sotto forma di acqua velocemente. È importante però ricordare che questo peso non è perso nel lungo periodo e che tornerà sulla bilancia il giorno successivo.

Chi pratica arti marziali prima delle gare si allena con una tuta speciale che aumenta la sudorazione o con un po’ di abbigliamento extra. Questi atleti dopo l’allenamento fanno una sauna e fino alla competizione non mangiano più nulla limitandosi, al massimo, a bere un po’ d’acqua.

I bodybuilder di solito adottano un approccio più professionale: seguono una dieta precisa che stabilisce esattamente quanti carboidrati, grassi, proteine e acqua possono consumare e riescono così ad ottenere il massimo volume muscolare mantenendo al minimo la percentuale di liquidi.

Importante: drenare il corpo in questo modo rappresenta solo una soluzione a brevissimo termine per perdere peso e acqua ed è assolutamente sconsigliata a chi fa sport a livello amatoriale.

Ritenzione idrica: in breve

  • È fondamentale identificare le cause della ritenzione idrica.
  • Per ridurre i liquidi in eccesso devi bere molto.
  • I cibi con un alto contenuto di acqua e potassio ti aiutano a drenare il corpo.
  • L’alcol e la caffeina incentivano l’immagazzinamento di acqua.
  • Il sale è costituito per la maggior parte di sodio che aumenta la ritenzione idrica.
  • Determinate tisane ti aiutano a drenare i liquidi.
  • Il linfodrenaggio, i massaggi di riflessologia plantare, un leggero workout di resistenza e l’utilizzo del foam roller stimolano l’eliminazione dei liquidi dai tessuti.
  • I metodi utilizzati dagli atleti per ridurre la ritenzione idrica in vista delle competizioni hanno effetto solo sul breve periodo.

Altri articoli interessanti di foodspring:

Fonti dell'articolo
Il team editoriale di foodspring è composto da specialisti della nutrizione e dello sport. Ci affidiamo a studi scientifici per redigere ogni nostro articolo. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra politica editoriale.

Articoli correlati