lett. 8 min

Il bello di correre sotto la pioggia

correre sotto la pioggia
Fitness Editor
Julia è istruttrice di fitness qualificata. Si occupa di scrivere i nostri articoli sulla nutrizione e sul fitness e di creare i nostri piani di allenamento gratuiti.

Quando il tempo è brutto, la motivazione di solito scompare. Invece correre sotto la pioggia ha perfino dei vantaggi! Ma per fare in modo che il tuo allenamento sia un successo nonostante la pioggia e il freddo devi tenere a mente alcuni punti importanti, come avere l’abbigliamento adatto e fare un riscaldamento adeguato. Qui trovi tutto quello che devi sapere sul correre sotto la pioggia e potrai prepararti al meglio per la tua prossima corsa.

Correre sotto la pioggia: i consigli per allenarsi tutto l’anno

Solo perché fuori piove non significa che tu debba per forza rinunciare alla corsa che avevi in programma, anzi: correre sotto la pioggia è un’ottima occasione per rafforzare il tuo sistema immunitario, allenare la resistenza mentale e sentirti runner al 100%. Per continuare senza perdere velocità, porta con te il nostro Endurance Drink durante la tua prossima corsa.

È il momento di mettersi al lavoro! Con i nostri consigli imparerai ad apprezzare la corsa sotto la pioggia sempre di più.

#1 Fai il riscaldamento all’asciutto

Iniziare a correre con calma è fondamentale: un breve riscaldamento prima di scendere in strada ti aiuterà dunque a non congelare. Quando fa freddo infatti i tuoi muscoli ci mettono un po’ di più a raggiungere la temperatura giusta per l’allenamento; per questo anziché fare il riscaldamento all’aperto ti conviene eseguire qualche esercizio di mobilità e un po’ di allungamenti dinamici, squat e jumping jack direttamente a casa. Qui trovi alcuni consigli utili per riscaldarti al meglio prima della corsa.

#2 Scegli il tragitto giusto

Se ti dedichi al trail running, ossia alla corsa nella natura, con il tempo è importante imparare ad affrontare in sicurezza tutti i percorsi anche con la pioggia. Se per te invece la corsa è un hobby saltuario che pratichi in città o solo con il sole, quando il maltempo imperversa è meglio non complicarti la vita su sentieri scivolosi o tra pozzanghere profonde. Nei giorni di pioggia, optando per un itinerario in città sull’asfalto non rischierai di sporcarti dalla testa ai piedi né di scivolare e potrai correre a un’andatura sostenuta.

Se invece è nevicato tieni presente che la neve fresca è perfetta per correre, mentre quella già calpestata può risultare scivolosa. Cerca dunque di non seguire percorsi troppo battuti o appena puliti, dove potrebbe formarsi del ghiaccio. E per non rischiare, in presenza di neve guarda sempre dove metti i piedi e fai attenzione: in casi estremi o se è già buio, forse per una volta converrebbe salire piuttosto sul tapis-roulant.

In generale pianificare in anticipo il tragitto è un ottimo modo per motivarti, dato che quando sai già dove andare e quanto tempo dedicare all’allenamento non ti resta che uscire e cominciare. Se invece durante la corsa continui a riflettere sul percorso è probabile che il tuo umore si faccia plumbeo come il cielo e che la motivazione scenda sotto le scarpe alle prime gocce, portandoti a fare dietrofront molto prima del previsto.

Un grande vantaggio dell’andare a correre quando piove? Quasi sempre avrai le strade, i parchi e i boschi tutti per te.

#3 Meglio una corsa lunga che un allenamento a intervalli

Con la pioggia, tanto la pista in tartan quanto i sentieri nel bosco diventano piuttosto scivolosi. Se non hai un paio di scarpe apposite per queste condizioni atmosferiche ti conviene dunque optare per una corsa più lunga a un ritmo sostenuto piuttosto che una corsa a intervalli.

Inoltre, in presenza di temperature rigide, la corsa a intervalli può mettere a dura prova le tue vie respiratorie. Ricordati di indossare l’outfit adeguato e lascia al tuo corpo il tempo di abituarsi al freddo.

#4 Infilati subito sotto la doccia

Temperature rigide e vento gelido non possono che farti sognare una bella doccia bollente. In questo caso cedere alla tentazione è d’obbligo: appena arrivi a casa dopo una corsa sotto la pioggia premiati con una doccia calda. Corri fino all’ultimo metro, magari più piano, e appena apri la porta infilati direttamente nella doccia per evitare di raffreddarti. Una volta asciugato/a puoi poi fare un po’ di stretching o concludere la sessione con qualche esercizio di mobilità per runner.

Subito dopo la corsa inizia la rigenerazione. Goditi i nostri Recovery Aminos e rifornisci il tuo corpo di aminoacidi essenziali!

# 5 Metti la tua colonna sonora preferita

Cerca i brani che ti danno la carica e ti fanno mantenere il ritmo: quando fai jogging la musica ti aiuta infatti a trovare l’andatura giusta. Se invece non sei il tipo, magari puoi distrarti da freddo e pioggia ascoltando un audiolibro o un podcast mentre corri.

Correre sotto la pioggia: tutta una questione di outfit!

Con i capi da running adatti, che tu corra sotto la pioggia battente o in una giornata di sole, con qualche nuvola o una piacevole brezza farà poca differenza. Gli indumenti tecnici ti aiutano a regolare la temperatura corporea e ti proteggono da vento e pioggia dalla testa ai piedi – e questo non vale solo per la corsa, ma per qualsiasi attività tu voglia praticare all’aperto nonostante il maltempo.

# 1 Scarpe da corsa: impermeabili o no?

Per le corse lunghe sulla neve e sui trail, indossare un paio di scarpe impermeabili ti assicura una buona dose di comfort in più: pensa al piacere di tenere i piedi asciutti piuttosto che avere la sensazione di camminare su una spugna a ogni passo!

Ma se correre sotto la pioggia per te non è la regola bensì l’eccezione, forse non ti conviene investire in un paio di scarpe da running impermeabili, che di solito sono anche meno traspiranti di quelle comuni.

Un altro criterio per scegliere le calzature più funzionali per fare jogging sotto la pioggia e d’inverno è il tipo di suola: con la loro presa particolarmente salda, le scarpe da trail running sono più adatte per i terreni scivolosi rispetto a quelle create per l’asfalto.

Un consiglio: trovare la scarpa giusta è un’impresa non da poco. Nel nostro articolo sulle scarpe da corsa giuste ti aspettano tanti consigli utili per trovare le tue compagne di running perfette.

#2 Acquista dei calzini da running

A prima vista si potrebbe pensare che il costo dei calzini da running sia spropositato, ma questo investimento vale davvero la pena. Una calza da corsa veste bene, resta in posizione quando fai jogging sotto la pioggia o con qualsiasi condizione atmosferica e ha un’elevata resistenza alle sollecitazioni. Se invece i tuoi calzini quando si bagnano assorbono tutta l’acqua e iniziano a scivolare, non solo la tua corsa diventerà un incubo, ma ti ritroverai anche alle prese con fastidiose vesciche.

#3 Pantaloni da corsa: less is more! E più sono aderenti, meglio è

Quando corri difficilmente sentirai freddo alle gambe, ecco perché fino a 10 gradi circa a molti runner basta un semplice paio di pantaloncini corti, anche sotto la pioggia. Ma se rabbrividisci al solo pensiero puoi indossare un pantalone da corsa sottile, realizzato in un tessuto tecnico che non assorba troppo l’acqua.

I pantaloni lunghi vanno invece scelti attillati: i classici pantaloni larghi della tuta sono infatti spesso realizzati in un altro tessuto, si inzuppano d’acqua più facilmente e di conseguenza si appesantiscono e scivolano.

#4 Vèstiti a strati

La regola d’oro in fatto di abbigliamento è semplice: se appena esci senti un po’ freddo hai fatto centro. Vestendoti troppo finirai invece per sudare a profusione, il che potrebbe risultare molto fastidioso, soprattutto se c’è vento.

Opta sempre per indumenti tecnici e vèstiti “a cipolla”; inoltre ricorda che i capi aderenti non “svolazzano”, non permettono all’aria di raggiungere la pelle e ti aiutano a regolare la temperatura.

Se esci a correre con la pioggia, da ultimo indossa sempre una giacca da corsa impermeabile o tecnica antipioggia; a seconda della temperatura, sotto ti basterà poi mettere una t-shirt o una maglia a maniche lunghe. Per fare jogging sono comodissime anche le giacche antipioggia dotate di cerniere di ventilazione sotto le ascelle.

#5 I dettagli sono importanti

Per quanto riguarda la corsa sotto la pioggia questo principio si applica a mani, collo e orecchie. Indossare un paio di guanti impermeabili e antivento ti aiuterà a tenere calde le mani e a non tornare a casa con le dita completamente congelate. Anche le fasce multiuso sono un accessorio tanto utile quanto versatile per le tue corse: indossate sulla fronte proteggono le orecchie e portate come un berretto limitano la perdita di calore dalla testa, mentre a mo’ di sciarpa mantengono caldo il collo.

Inoltre un cappellino con la visiera è l’ideale per proteggere gli occhi dalla pioggia e può essere indossato da solo o con sotto una sottile fascia multiuso.

Il nostro consiglio: quando il tempo non è dei più clementi portati sempre due fasce multiuso, una per il collo e una per la testa. Se poi dovessi avere caldo, potrai sempre metterle attorno al polso.

#6 La visibilità è importante

Quando piove spesso c’è meno luce. Se guidi e ti è già capitato di incontrare un runner con indumenti scuri che hai visto solo all’ultimo momento, di certo sai quanto possa essere pericoloso. Prima di uscire a correre con la pioggia o di sera assicurati quindi di indossare capi d’abbigliamento con dettagli riflettenti.

Ecco perché correre anche con pioggia e freddo

Correre sotto la pioggia non solo rafforza il corpo e lo spirito, ma favorisce anche il tuo senso di responsabilità. Una volta preso atto del fatto che il meteo è solo una condizione e non una scusa, non ti chiederai più se sia il caso di uscire a fare jogging: se vuoi davvero correre non sarà certo la pioggia a fermarti! Nel frattempo, eccoti tre ottimi motivi per uscire a correre anche con il brutto tempo.

Mantieni in salute il tuo sistema immunitario

Affrontare sempre nuove sfide non è un toccasana solo per i muscoli e la resistenza, ma anche per il tuo sistema immunitario. Il movimento e la differenza tra la temperatura esterna e quella corporea costringono infatti il tuo corpo ad adattarsi. Correre sotto la pioggia allena dunque la termoregolazione: in altre parole, il tuo organismo impara ad immagazzinare meglio il calore alle basse temperature e a rinfrescarsi più efficacemente in estate. Se ti alleni regolarmente con condizioni meteo e temperature diverse, il tuo corpo riuscirà ad adattarsi al meglio al rispettivo clima.

La pioggia ti fa correre più veloce

La durata del tuo giro di corsa dipende dal tempo che decidi di dedicargli. Che si tratti di un temporale estivo o che le temperature siano davvero basse, quel che è certo è che la pioggia ti motiva a correre rapidamente e a tenere un’andatura sostenuta. In questi casi, anziché farti distrarre dalle condizioni meteo, la cosa migliore è concentrarti sull’allenamento: visualizza un passo dopo l’altro, focalizzati sul tuo ritmo senza pensare al freddo, e ricordati che la pioggia non fa alcuna differenza.

Alleni la tua resistenza mentale

Sei tu a decidere il tuo programma, non le condizioni climatiche. Questo atteggiamento interiore ti darà la giusta forza e disciplina, che potrai applicare anche in altri ambiti della vita. Fare regolarmente jogging in condizioni difficili ti aiuterà ad aumentare la tua resistenza mentale e a non lasciarti scoraggiare dalle circostanze avverse.

La responsabilità dei tuoi traguardi è solo tua

Se lasci il tuo piano d’allenamento in balia del meteo, tanto vale non averne nemmeno uno. Certo, in casi estremi può succedere di restare a casa per il maltempo, ma se la situazione non è pericolosa e fuori non imperversa la bufera non hai motivo di farti prendere dalla pigrizia. Riuscire a completare la tua corsa nonostante la pioggia battente sarà davvero motivo d’orgoglio.

Con l’arrivo della stagione fredda e piovosa non è solo la corsa a rivelarsi una vera sfida: quando le temperature scendono e i raggi del sole si fanno più rari, anche i nostri livelli di energia generale scendono in picchiata. Sul nostro sito troverai tanti consigli utili per ritrovare la motivazione in autunno e in inverno.

Correre sotto la pioggia: in breve

  • Correre sotto la pioggia rafforza il tuo sistema immunitario, la forza di volontà e il tuo senso di responsabilità come runner e sportivo/a.
  • Per correre sotto la pioggia l’ideale è indossare capi tecnici a strati, che ti facciano sentire leggermente freddo appena esci. Evita gli indumenti in cotone poiché questo tessuto assorbe l’acqua, si appesantisce e non si asciuga.
  • Come ultimo strato indossa sempre una giacca da corsa di buona qualità o una giacca antipioggia.

Altri consigli di foodspring per i corridori:

Fonti dell'articolo
Il team editoriale di foodspring è composto da specialisti della nutrizione e dello sport. Ci affidiamo a studi scientifici per redigere ogni nostro articolo. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra politica editoriale.