2 min read

Prepara un aperitivo sano per vedere la partita

By: Ignacio Heredia

Vedere una partita di calcio a casa è sinonimo di bibite gassate, birre e snack salati. Con un po’ di fortuna si può contare su una manciata di frutta secca e un po’ di hummus ma, il più delle volte, a farla da padroni sono salumi, patatine fritte e cibo spazzatura.

Se consideri che una partita di calcio dura, almeno, 90 minuti, e che durante i mondiali o gli europei ogni giorno se ne disputa una, il numero di calorie accumulate può arrivare a cifre incontrollabili. È per questo che è una buona idea avere a portata di mano delle alternative sane, per non piangere al momento di salire sulla bilancia.

Ti proponiamo alcune idee per goderti un aperitivo mentre guardi la partita, senza dover pensare alla salute. La tua unica preoccupazione sarà tifare per la tua squadra.

Frutta: non ti diciamo di mettere a tavola un piatto con banane e mele, ma di giocare con la creatività. Prova con degli spiedini di frutta: ananas, melone, mango, tutto a pezzetti… Puoi creare anche degli snack personalizzati. Immergi dei mirtilli nello yogurt e congelali: avrai le tue caramelline, sane e nutrienti. I frutti di bosco sono un’ottima scelta. Una ciotolina con mirtilli, ribes e more ti offre una buona dose di vitamina C e antiossidanti.

Frutta secca: allontanati da Fonzies, nachos e patatine fritte. Cerca nella frutta secca il tuo aperitivo healthy: noci, pistacchi, mandorle, nocciole… Sapevi che alcuni di questi costituiscono una fonte proteica vegetale? Le arachidi, ad esempio, hanno oltre 25 grammi di proteine per 100 grammi. La stessa quantità di mandorle, invece, tra i 18 e i 20 grammi. Fai un bel mix per un aperitivo senza sensi di colpa! Tuttavia, tieni sotto controllo le quantità perché la Fondazione spagnola per il cuore consiglia di mangiare da tre a sette porzioni a settimana, con ogni porzione che si aggira tra i 20 e i 30 grammi di frutta secca (ovvero un pugno).

Frittelle al cipollotto sane: tutte da sgranocchiare, con strati di cipollotto a rondelle sottili, fritte in padella con olio di cocco per ottenere dei bordi croccanti. Queste sane frittelle al cipollotto  contengono farina di ceci e yogurt greco che, anche se sembrano ingredienti insoliti per delle frittelle, forniscono un extra di proteine. Dato che questa farina è priva di glutine, si aggiunge un po’ di glutine vitale di frumento – uno speciale tipo di farina che puoi comprare nei negozi specializzati in cibi sani – che aiuta a migliorare l’elasticità dell’impasto e ad aumentare leggermente la quantità di proteine. Lo yogurt greco, poi, aiuta a far sì che questo snack sia leggero e morbido.

Avocado: l’ingrediente alla moda in ogni aperitivo sano e nutriente che si rispetti. Inoltre è un alimento ricco di omega 3. Su del pane tostato, spalma dell’avocado e distribuisci del pomodoro a pezzetti per dargli un extra di antiossidanti. Vuoi aggiungere più sapore? Prova a grattugiare un po’ di formaggio e delle erbe provenzali per un tocco di freschezza.

Popcorn fatti in casa: magari non tutti saranno d’accordo, ma dipende sempre da come si preparano. Il tipo di grasso che usi per cucinarli e il sale e il burro che aggiungi possono trasformare questo snack da sano a ultra calorico. Per quanto riguarda i nutrienti, i popcorn contengono carboidrati (60 grammi per 100 grammi) e proteine (10 grammi per 100 grammi). Le calorie, invece, dipendono dal sale o dai grassi che aggiungi. A te la scelta! Non sono da mangiare in quantità ma possono rallegrare un po’ l’aperitivo durante la partita.

Hummus di zucchine a basso contenuto di carboidrati: una crema da spalmare di hummus di zucchine ricca di proteine, a base di zucchine grigliate, tahina, succo di limone appena spremuto e un po’ di aglio. E per dargli un tocco fitness, prova ad aggiungere un po’ di Proteine Whey gusto neutro. Non soltanto darà alla salsa un sapore più intenso e una consistenza più cremosa, ma aggiungerà un tocco di proteine.

Altri articoli interessanti di foodspring:

Article sources
We at foodspring use only high-quality sources, including peer-reviewed studies, to support the facts within our articles. Read our editorial policy to learn more about how we fact-check and keep our content accurate, reliable, and trustworthy.