Vinyasa Yoga

Vinyasa Yoga: lo stile per i più sportivi

Fitness Editor
Julia è istruttrice di fitness qualificata. Si occupa di scrivere i nostri articoli sulla nutrizione e sul fitness e di creare i nostri piani di allenamento gratuiti.

Che cos’è il Vinyasa Yoga? Ed è adatto a te? Scoprilo nel nostro articolo, con una sequenza video per provare subito!

Che cos’è il Vinyasa Yoga?

Conosciuto anche come Vinyasa Yoga Flow, è una forma di yoga nella quale il ritmo dei tuoi movimenti è coordinato con il tuo respiro. Proprio come durante la respirazione gli esercizi si susseguiranno uno dopo l’altro in un flusso. Una volta raggiunta una posizione dovrai respirare sempre più profondamente, per poi entrare in quella successiva continuando a seguire il ritmo del tuo respiro.

Conosci l’espressione “Il viaggio è la meta”? Allo stesso modo il Vinyasa Yoga non prevede pause ma posture continue tra loro, e la transizione tra una e l’altra è tanto importante quanto la posizione stessa. A definire il ritmo dei movimenti è il tuo respiro: durante la sequenza la massima attenzione è rivolta su inspirazione ed espirazione. Il principio di base è la sincronizzazione di movimento e respiro, collegati tra loro in modo fluido.

Le posizioni hanno in genere una durata piuttosto breve e il passaggio da una postura all’altra è sempre associato a un respiro. A seconda del ritmo e del livello della classe i respiri varieranno nel numero, in modo da non causare alcun tipo di stress.

A voler essere precisi questa non è una forma di yoga a sé: il termine “Vinyasa” sta a indicare semplicemente che il passaggio da una postura a un’altra avviene in un modo particolare, ossia secondo il ritmo del respiro. L’Asthanga Yoga viene comunemente eseguito secondo questa modalità, ma anche l’Hatha Yoga e tanti altri stili prevedono lezioni in stile Vinyasa.

Per via dell’assenza di pause le sequenze di Vinyasa Yoga sono spesso più veloci rispetto ad altri corsi, inoltre si suda di più. Quando avrai familiarizzato con le posizioni e ti potrai concentrare davvero sul movimento, quello che arriverai a praticare è una sorta di meditazione in movimento. In questi momenti non lasciare che il tuo sguardo vaghi per la stanza, ma continua a restare concentrato/a su di te.

Il nostro consiglio: dopo una sequenza intensa di Vinyasa Yoga è fondamentale bere a sufficienza, poiché lo yoga genera calore in tutto il corpo. Soprattutto nelle stagioni più calde è importante rinfrancare l’organismo con delicatezza, evitandogli uno “shock” con l’acqua fredda.

Molto meglio allora un tè caldo, che ti permette di prolungare in qualche modo le “vibes” dello yoga. I nostri Infusi benessere sono l’ideale per chi segue uno stile di vita particolarmente attivo.

Scopri i nostri tè

Vinyasa Yoga: gli esercizi

Fondamentalmente nel Vinyasa vengono eseguiti gli stessi esercizi di yoga della variante dell’Hatha Yoga. La differenza però sta soprattutto nel sincronizzare con precisione respiro e movimenti e nel ritmo di esecuzione piuttosto serrato.

Le sequenze di Vinyasa risulteranno ancora più piacevoli se conosci già i movimenti principali dello yoga, in modo da poterti concentrare pienamente sul “flow”. Affinché ti siano davvero chiari abbiamo riassunto e illustrato nel dettaglio i 9 asana più comuni.

Esercizi di yoga

In generale le lezioni di Vinyasa sono piuttosto varie: mentre gli asana sono in parte definiti, a variare nei diversi flow è la loro sequenza o la scelta delle posizioni stesse, a seconda del focus a cui l’insegnante vuole dare priorità.

Gli effetti del Vinyasa Yoga

Il Vinyasa Yoga Flow è una sorta di meditazione in movimento, con la quale si allenano al tempo stesso corpo e mente. Nonostante si tratti di uno stile particolarmente faticoso è importante restare rilassati durante l’intera esecuzione, in modo da trarre il massimo giovamento dalla pratica. L’obiettivo non è affaticarsi fino a rimanere senza fiato, al contrario: la respirazione qui viene prima di qualsiasi movimento. Se non riesci più a respirare in modo uniforme significa che hai bisogno di rallentare il ritmo.

Impara dunque a conoscere i tuoi limiti e ad accettarli. Anche nel Vinyasa Yoga potrai adattare ogni posizione nella modalità che più fa per te. Prova a chiedere al tuo insegnante la variante che fa al caso tuo!

Inoltre non farti prendere da eccessi di ambizione: solo così potrai trarre massimo vantaggio da questa pratica.

Il Vinyasa Yoga…

  • migliora la forza e la forma fisica
  • aumenta la flessibilità e l’equilibrio
  • ti insegna a mantenere la concentrazione
  • ti aiuta a rilassarti
  • ti porta a raggiungere risultati concreti.

Vinyasa Yoga: si comincia!

Le lezioni online di Vinyasa Yoga Flow non mancano certo, e sono un ottimo metodo per iniziare a metterti alla prova. Cerca tra YouTube e i social: troverai sicuramente qualche video che faccia al caso tuo. Seguendo le indicazioni degli istruttori inizierai a mobilizzare la colonna vertebrale, le spalle e i fianchi, a stirare i muscoli e allenare il core.

Come nelle lezioni dal vivo, l’importante è che i tuoi movimenti siano fluidi e allineati alla respirazione.

Un consiglio: se possibile prima di cominciare una lezione online guarda semplicemente il video per intero. In questo modo saprai già cosa aspettarti e, eseguendo le posizioni, potrai seguire meglio le istruzioni e concentrarti appieno sul flow.

Vinyasa Yoga: fa al caso tuo?

Il Vinyasa Yoga è la forma giusta per te se il tuo obiettivo è sudare a dovere e se sei pronto/a a concentrarti, faticare e gestire autonomamente il tuo allenamento. Se da un lato devi imparare a lasciarti guidare, dall’altro è necessario che tu conosca i tuoi limiti per capire se un movimento non fa per te o se è giunto il momento di rallentare.

Come per ogni nuovo inizio ti consigliamo di cominciare da un corso per principianti per farti un’idea della pratica. Prima di passare a lezioni di livello superiore è infatti sempre bene conoscere a fondo i movimenti di base dello yoga.

Il rischio è che le difficoltà ti sembrino insormontabili, al punto da arrivare a chiederti fin da subito “Ma come funziona? Come è possibile fare tutto insieme? E così velocemente?”. Allora la lezione non rappresenterà più un piacere e non riuscirai a rimanere concentrato/a. Sarà capitato a ogni yogi di sentirsi così, certo, ma non per una lezione intera. Parola d’ordine: take it slow. Il segreto è procedere lentamente.

Ti consigliamo dunque di iniziare a praticare il Vinyasa Yoga sotto la guida di un’insegnante; una volta che avrai interiorizzato i movimenti di base potrai ripeterli dove e quando vuoi.

Fonti dell'articolo
Il team editoriale di foodspring è composto da specialisti della nutrizione e dello sport. Ci affidiamo a studi scientifici per redigere ogni nostro articolo. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra politica editoriale.

Commenti

Articoli correlati

shares