• Home  / 
  • Fitness
  •  /  Dopo l’allenamento: cosa fare e cosa evitare

Dopo l’allenamento: cosa fare e cosa evitare

dicembre 18, 2017

L’allenamento è finito e si torna alla vita normale! Purtroppo non è così facile. Il tuo stile di vita, cosa mangi e come dormi dopo l’allenamento sono fattori determinanti per il tuo successo sportivo. Ecco la nostra top 3 delle cose da fare e da evitare.

Il post allenamento è una fase fondamentale. Più la sessione è stata impegnativa, più è importante prendersi cura del proprio corpo dopo. L’alimentazione e la fase di recupero sono i fattori che determinano se e quanto beneficio trarrai dall’allenamento.

Il post allenamento è importante tanto quanto l’allenamento stesso

La regola secondo cui se ti alleni in modo intensivo puoi fare festa durante weekend non vale. L’allenamento regolare getta le basi per mantenersi in forma ma chi vuole avere una una forma fisica perfetta deve fare di più e impegnarsi anche nei giorni di pausa.

Che cosa fare e cosa evitare dopo l’allenamento

1. Da evitare: digiunare. Da fare: mangiare uno snack

Nach dem Training: leerer Teller vs. Proteinriegel

©lauri-patterson ©foodspring (v.l.n.r)

L’idea che il digiuno dopo le prestazioni sportive aiuti a bruciare i grassi è dura a morire. La verità, però, è che il nemico numero uno delle calorie sono proprio i muscoli e l’unico modo in cui possono svilupparsi è avendo a disposizione abbastanza energia. Quindi, sia per la definizione che per lo sviluppo muscolare, il corpo ha bisogno di alimenti ricchi di proteine dopo l’allenamento. Mangiando uno snack, eviti gli attacchi di fame e dai al tuo organismo ciò di cui necessita.

Gli alimenti proteici come le nostre barrette o i nostri frullati  sono sempre un’ottima scelta per il post workout.

Scopri gli snack proteici

Chi si è concentrato sulla resistenza alla forza, sulla velocità e sulla resistenza aerobica dovrebbe inoltre mangiare carboidrati buoni che favoriscono l’assimilazione delle proteine e danno ai muscoli l’energia necessaria per rigenerarsi. Verdura, frutta e superfoods, come cereali integrali e pseudocereali, sono perfetti per una porzione extra di fibre e micronutrienti.

2. Da evitare: bevande isotoniche e caffè. Da fare: bere acqua e tè verde

Nach dem Training: Isodrink vs. Wasserflasche

©kbwills, ©mariyana-m (v.l.n.r)

Hai mai trovato una bevanda isotonica che abbia un colore naturale? Neanche noi perché di solito le bevande isotoniche sono delle bombe chimiche. Inoltre, se metti in pratica il consiglio di mangiare uno snack, dopo l’allenamento non ti servirà bere altro che acqua. Dopo l’attività sportiva, infatti, il tuo livello di cortisolo aumenta e gli zuccheri industriali delle classiche bevande isotoniche lo mantengono alto. Questo si ripercuote in modo negativo sullo sviluppo e sulla rigenerazione muscolare. Lo stesso vale per il caffè, l’unica alternativa all’acqua è, quindi, il tè verde.

L’acqua è essenziale per l’eliminazione dei prodotti di scarto del metabolismo che rallentano la rigenerazione muscolare. Inoltre essa fa in modo che le sostanze nutritive arrivino ai tessuti che le necessitano e ti mantiene idratato.

3. Da evitare: le notti in bianco. Da fare: dormire

Nach dem Training: Wache Nächte vs. Schlaf

©mariyana-m ©peopleimages

 

I tempi in cui ci si vantava di aver fatto tardi e di aver dormito poco sono finiti, almeno per gli sportivi. Stare in giro giorno e notte non fa bene perché l’allenamento è stancante per il corpo e provoca microlesioni ai muscoli.

Dopo un allenamento intensivo il tuo organismo non solo si riposa per reggere più a lungo nella sessione successiva ma costruisce anche fibre muscolari nuove: avviene la cosiddetta supercompensazione. Questo processo è, però, inibito se si è sotto pressione o in caso di ulteriore stress fisico. La regola è: chi vuole migliorare le sue prestazioni fisiche ha bisogno di riposo, fisico e mentale.

Commenti

Commenti


>

Non perderti il Programma Shape gratuito nel Pacchetto Dimagrimento Pro